Da Chàiros a B.O.L.:le piattaforme on line per la candidatura dei progetti.

da | Come fare

Da timidi tentativi a prassi sempre più diffuse, le piattaforme on line per la candidatura dei progetti si stanno diffondendo. Fondazione con il Sud e poi Fondazione con i Bambini hanno sviluppato la piattaforma Chàiros che ha fatto un pò da apripista. Soluzioni simili sono state adottate anche dal Ministero delle Politiche Sociali e la Regione Campania per gli Avvisi 2020 ha utilizzato la piattaforma B.O.L.

Al di là della quantità e del numero di piattaforme esistenti la cosa che ci interessa affrontare riguarda l’approccio al loro utilizzo. Tali piattaforme hanno il pregio di indirizzare il fruitore verso una correlazione dei dati di progetto da imputare e, diterramente o indirettamente, contribuiscono a chiarire che riempire formulari non è progettare.  Se il progetto che si vuoi candidare è sviluppato correttamente rispettando il principio della logica dell’intervento non sarà difficile utilizzare le piattaforme, facendo diventare questa azione meramente un “fatto” tecnico. Se così è le guide per l’utilizzo delle piattaforme stesse diventano un utile strumento per l’imputazione dei dati da esse richieste. Gli Enti erogatori rilasciano guide complete tuttavia testarele ben prima della scadenza di un eventuale bando è cosa utile. Per approfondimenti e la richiesta di organizzare momenti di formazione sull’utilizzo delle piattaforme, utilizzare il modulo qui sotto.

Vuoi saperne di più? Chiedi un supporto.

Da Chàiros a B.O.L.:le piattaforme on line per la candidatura dei progetti.

Privacy

5 + 9 =

Scrivici se vuoi una mano su questo argomento.